- ANA Sezione Valdostana

Vai ai contenuti

Menu principale:

Archivio Fotografio
 ANCHE UNA TARGA VALDOSTANA SUL MEMORIALE AL BOSCO DELLE «PENNE MOZZE»
AOSTA (zgn) Domenica 4 settembre, una delegazione della Sezione valdostana dell'Associazione Nazionale Alpini, composta, tra gli altri, dal presidente Remo Gobetto e dal responsabile della Protezione civile sezionale, Lorenzo Grange, ha partecipato all'annuale raduno alpino al Bosco delle Penne Mozze. Questo vero e proprio monumento a cielo aperto sorge da quaranta anni nella valle di San Daniele a Cison di Valmarino, in provincia di Treviso, ed è costituito da una serie di steli, erette in memoria degli alpini caduti, indicati appunto con il titolo di "Penne Mozze". Dedicato inizialmente ai caduti della provincia e della Marca trevigiana, il bosco si è ingrandito di anno in anno grazie alla partecipazione delle altre Sezioni ANA, che hanno ricordato i propri morti con la collocazione di una targa all'interno dell'area. Quest'anno, insieme alle Sezioni di Asti, Bolzano e Padova, anche quella valdostana ha voluto recare il proprio contributo alla crescita del bosco e, soprattutto, alla memoria delle vicende alpine.  «Si è trattato – ha dichiarato il presidente Remo Gobetto – di un momento molto emozionante per la solennità del luogo e per la commossa partecipazione di centinaia di alpini. Inoltre, in quanto rappresentante della Sezione più lontana, ho avuto l'onore di pronunciare un breve discorso. Il consigliere nazionale Cesare Lavizzari ha parlato in rappresentanza del presidente nazionale Corrado Perona». «Con la partecipazione della Sezione valdostana alla cerimonia – ha concluso Gobetto – è stato aggiunto un nuovo legame ai tanti che già uniscono gli alpini valdostani a quelli delle altre regioni d'Italia».
 
Torna ai contenuti | Torna al menu